datapiano
Home
Area Riservata
Login
Password
Password Dimenticata?
Registrati
Aderente a:
 
Supporto

Assistenza Tecnica

Prova le nostre Soluzioni



Informazioni

Novità
Newsletter
Policy
Privacy


Utilità

Links utili
 

 
 
datapiano soluzioni puntuali
Azienda
Servizi
Prodotti
Partners
Download
Contatti
Home

La trasparenza (inattuata) nelle Pubbliche Amministrazioni (
Avv. Penelope Vecli – Amministrativista  )
note per una corretta applicazione della L.190/2013 e del D.lgs 33/2013
In questo periodo è diffusa la convinzione che gli adempimenti richiesti dalle disposizioni sulla trasparenza, soprattutto per la parte relativa ai contratti pubblici, siano soddisfatti con la pubblicazione dei files (tipicamente pdf) contenenti i dati di aggiudicazione dei vari appalti.
Niente di più infondato

Infatti, se il comma 32 dell’articolo 1 della legge 190/2012, elenca i dati relativi agli affidamenti che le stazioni appaltanti sono tenute a pubblicare nei propri siti web istituzionali, l’articolo 7 del Decreto 33/2013 impone che questi dati siano:

"resi disponibili anche a seguito dell'accesso civico di cui all'articolo 5, … in formato di tipo aperto ai sensi dell'articolo 68 del Codice dell'amministrazione digitale, di cui al decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, e riutilizzabili ai sensi del decreto legislativo 24 gennaio 2006, n. 36, del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, e del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, ..."

Si tratta di una previsione di particolare importanza in quanto crea modalità totalmente inedite di attuazione della trasparenza amministrativa, finalizzate, tra l'altro, a consentire l'analisi e lo studio dell'attività contrattuale pubblica complessiva (ad esempio effettuando aggregazioni di dati di differenti stazioni appaltanti). Il formato dei dati è quindi fondamentale anche per poter analizzare il settore e comprenderne le criticità, indirizzando le scelte del legislatore verso una loro risoluzione.

Ma non solo: l’articolo 8, sempre del citato decreto, impone che tali dati siano pubblicati tempestivamente (com. 1), mantenuti aggiornati (com. 2) e resi disponibili per 5 anni (com. 3).

L’articolo 9, poi, al com. 1, vieta alla Amministrazioni la predisposizione di  “filtri e altre soluzioni tecniche atte ad impedire ai motori di ricerca web di indicizzare ed effettuare ricerche all'interno della sezione «Amministrazione trasparente»” (ivi compresa la sezione relativa all’affidamento di Lavori, forniture e servizi)
Chiaramente, per non disattendere quest’ultima prescrizione, l’inserimento dei dati da pubblicare all’interno di file allegati alla sezione “Amministrazione trasparente” impone una “corretta” generazione dei file stessi che altrimenti potrebbero rendere non “indicizzato” il loro contenuto ai motori di ricerca.
Ma anche a voler ammettere l’assoluzione degli obblighi di Trasparenza mediante la pubblicazione dei dati in file allegati ed agganciati al sito, ciò che verrebbe compromessa, se non a mancare completamente, è “la semplicità di consultazione, la comprensibilità, l'omogeneità, la facile accessibilità”,  previste dall’articolo 6, comma 1, del Decreto 33/2013.

Da qui, la conclusione: per ottemperare alle disposizioni sulla trasparenza è necessario:

  • esporre i dati in chiaro sulla pagina web (affinché siano accessibili ai motori di ricerca)
  • renderli contestualmente accessibili in formato tabellare aperto, ai sensi dell’articolo 68, terzo comma, del Dlgs 82/2005, (in pratica accessibili da “ogni tipo di programma per elaboratore”)

In questo senso perciò, se non si è impostata la sezione “Amministrazione Trasparente” in questo modo, in pratica non si è adempiuto correttamente alle disposizioni vigenti e, al netto degli eventuali aspetti sanzionatori che ciò potrebbe comportare, potrebbe bastare la semplice richiesta di un comune cittadino (Accesso Civico) ad “imporre di fatto” un adeguamento drastico e repentino a tali prescrizioni
 
Vision PBM
 
 
 

Per maggiori informazioni compila il nostro coupon informativo
Datapiano s.r.l.
ufficio commerciale
TEL. 0421-560272 Fax 0421-333680
commerciale@datapiano.it

 Datapiano - Calcolo oneri - Contributo costi costruzione
Partita IVA: 02200450274         Credits