datapiano
Home
Area Riservata
Login
Password
Password Dimenticata?
Registrati
Aderente a:
 
Supporto

Assistenza Tecnica

Prova le nostre Soluzioni



Informazioni

Novità
Newsletter
Policy
Privacy


Utilità

Links utili
 

 
 
datapiano soluzioni puntuali
Azienda
Servizi
Prodotti
Partners
Download
Contatti
Home

S.I.G.E. - Sistema Informativo Gestione Emergenze Protezione Civile

 
Il Sistema Informativo per la Gestione Emergenze (SIGE) ha lo scopo di supportare la sala di protezione civile presso le autorità competenti nella gestione di emergenze che si verifichino nel territorio e che derivino da inondazioni, terremoti, inquinamento di sorgenti idropotabili, dissesto idrogeologico, fenomeni meteorologici intensi o estremi, nonché da incidenti nell’industria di processo e nel trasporto di merci pericolose.


Il SIGE è stato progettato per raggiungere i seguenti obiettivi fondamentali legati alla gestione dei rischi da incidenti di rilievo o fenomeni naturali eccezionali :
  • Acquisire la segnalazione di incidenti legati ai rischi sopra ricordati in tempo reale;
  • Accertare la correttezza e veridicità dell’informazione ricevuta;
  • Elaborare scenari delle possibili conseguenze dell’evento calamitoso in tempo reale;
  • Definire le operazioni da svolgere in relazione all’evento che si verifica
  • Allertare e inviare sul posto le opportune squadre di soccorso;
  • Allertare la popolazione mediante l’attivazione dei mezzi previsti (messaggi telefonici SMS, pubblicazione sui Social media, ecc.);
  • Acquisire informazioni ed elementi contenuti nei piani di protezione civile;
  • Armonizzare le azioni da intraprendere da parte delle strutture pubbliche coinvolte e delle Aziende ed Enti presenti sul territorio.
Pannello operativo GESTIONE EMERGENZA
 
Funzionalita’ di base del sistema
  • Classificare le informazioni relative all'evento calamitoso stabilendo le procedure da attivare;
  • Coordinare l'attività di tutti i soggetti che devono operare, fornendo loro cartografie di dettaglio nonchè elenchi di risorse disponibili e delle aree di raccolta della popolazione coinvolta;
  • Consente la consultazione di scenari di rischio realizzati in precedenza e l'utilizzo in tempo reale di modelli di calcolo per la perimetrazione delle aree soggette a rischio;
  • Archiviazione delle segnalazioni di eventi e di tutte le operazioni svolte nella fase di gestione dell'emergenza;
  • Preparazione automatica ed invio della messaggistica diretta agli altri Enti coinvolti e/o alla popolazione.
  • L’uso di un sistema Web GIS integrato con SIGE per una gestione bi-direzionale dei dati;
  • Supporto nativo per cartografia INSPIRE (standard europeo);
  • Automa riconfigurabile senza limiti di complessità, che permette all'utente di inserire in modo molto dettagliato le proprie procedure e le regole di comportamento durante le emergenze;
  • Recupero di scenari pre-elaborati;
  • Costruzione di nuovi scenari utilizzando squeri spaziali (ad esempio riduzione con la distanza dell'intensità macrosismica di un terremoto per classificare le zone colpite; zona di espansione di una nube di gas, ecc)  per simulare gli effetti dell’evento di calamità/incidente. Tutti i risultati sono immediatamente visualizzati nel sistema Web GIS;
  • Interfaccia grafica adattabile a dispositivi diversi, come Personal Computer, Tablet e Smartphone (applicazione RESPONSIVE
 
  • Gestione e registrazione del giornale delle operazioni e degli eventi;
  • Il sistema SIGE registra in modo sicuro, automatico e non cancellabile tutte le operazioni compiute durante un evento (data e ora, fase, operatore, tipologia, ecc….);
  • Consente alle singole Unità Operative d'intervento (volontari di protezione civile, ecc…) di modificare/integrare le attrezzature, le risorse in generale di cui dispongono per fronteggiare le Emergenze. In questo modo la Sala Operativa può coordinare le attività necessarie basandosi su dati sempre aggiornati
 
Il funzionamento di SIGE
 
Il SIGE stato implementato con il duplice scopo di evitare errori grossolani da parte dell’operatore a causa della fretta o dell’emotività in relazione all’emergenza e di consentire al sistema di filtrare opportunamente le operazioni e le informazioni disponibili in rapporto alla tipologia di evento in corso (ferma restando la possibilità di accedere comunque alle altre informazioni disponibili in modo volontario).
Il sistema viene istruito mediante l’inserimento delle regole (stabilite dall’utente) che governano il comportamento del software (tipicamente le norme di un piano di emergenza). Immesse le regole (tramite un wizard di semplice utilizzo), il sistema filtra le informazioni e le operazioni possibili in base all’evento e alle regole stesse.Il prossimo schema evidenzia il previsto flusso delle informazioni sia tra le diverse fasi della gestione che tra i diversi soggetti coinvolti, anche non residenti nello stesso luogo in cui si sta operando.
Esempio di integrazione tra i dati cartografici e i dati dell’anagrafe comunale Evidenziata l’area di esondazione del fiume, il sistema rileva gli edifici interessati ed i residenti
E’ possibile vedere imagini prodotte da qualsiasi videocamera connessa in rete. E’ possibile legggere da remoto i dati di sensori connessi ad internet, come ad esempio il livello d’acqua variabile nel  tempo in una sezione di fiume.
Individuazione delle risorse disponibili (cerchi rossi) e delle risorse a rischio (cerchi rossi interni all’area blu) allagata
 
 
 


Per maggiori informazioni compila il nostro coupon informativo

Datapiano s.r.l.
ufficio commerciale
TEL. 0421/560272 - FAX 0421/333680
commerciale@datapiano.it